Il Portale italiano per le persone con i capelli Rossi.

Donne Rosse: Helen Lieberman la prima donna bianca contro l’Apatheid

Non sai bene cosa è stato veramente l’Apartheid fino a che non visiti il Sudafrica, una volta lì capisci che ci sono delle dinamiche strane, qualcosa che non torna e allora ti incuriosisci e inizi a leggere di più.

Certo che tutti conosciamo l’Apartheid, la segregazione razziale, Nelson Mandela, ma se scendi nello specifico purtroppo c’è molto più dolore e orrore.

Durante il mio mese in Sudafrica ho parlato con molte persone, visitato township, attraversato quelle che prima erano le riserve dei “neri” e le zone bianche.

Ho letto tanto e sto leggendo ancora, e una donna mi è rimasta nel cuore, che guarda caso era rossa

Helen Lieberman la prima donna bianca contro l’Apatheid

La sua storia è molto toccante. Lei era una ortofonista, lavorava in un ospedale di Cape Town che come tutti aveva il reparto per neri e quello per bianchi. Stava seguendo il post operatorio di un bambino nero operato di labbro leporino per insegnargli  a bere. Il bambino fu dimesso senza che lei ne fosse informata. Così preoccupata per la sua salute si fa accompagnare a Langa, la più grande township di CT.

Ricordiamo che al tempo, era vietato per un bianco entrare in un’area nera e anche portare in macchina una persona di differente razza, pena la galera.

Così lei sprezzante del pericolo va a Langa e resta sconvolta dal degrado e dalla poverà della gente. Trova il bambino affidato alle nonne e vede che stava per morire disidratato, così le convince a riportalo in ospedale. Il bambino di salva e da quel momento lei riceve il supporto delle nonne della comunità che la invitano a lavorare a Langa per costruire una scuola.

Lei prende questo impegno e con le sue forze, i suoi soldi, e la mano d’opera locale costruisce una scuola.

Un ragazzo di 27 anni l’aiuta nel costruire la baracca dove sorgerà la scuola, ma il giorno prima dell’innaugurazione lui viene legato al palo della scuola e bruciato vivo.

Inizia così un ostracismo non solo da parte dei bianchi, ma anche da alcuni clan neri che non volevano l’aiuto dei bianchi. Con molto dolore e sforzo porta avanti questo progetto, nonostante le minacce di morte continue a lei e alla sua famiglia.

Dagli anni ’60 al ’94 quando cadrà l’apartheid. Ha rischiato moltissime volte la vita è stata denunciata tantissime volte, ma sempre qualcuno l’ha protetta, prima un “gangstar” di Langa e poi dei poliziotti addolciti. Una volta in seguito ad un grande incendio che i poliziotti avevano appiccato a Langa per sloggiare un gruppo di neri che vivevano in baracche [la legge prevedeva che i poliziotti avessero il diritto di demolire le case se il proprietario non poteva dimostrarne la proprietà], ha ospitato nel garage di casa sua [in un quartiere ricco e bianco] circa 35 neri, rischiando anni di carcere.

Hellen è diventata una donna icona di forza e coraggio, una luce che ha portato apertura verso l’integrazione culturale di cui tanto parlava Mandela e ha fondato una ONG che lavora tutt’oggi che si chiama Ikamva Labantu.

Per chi di voi parla inglese vi invito a vedere il suo video del TEDx

Psicologa Turistica e Viaggiatrice. Imprenditrice on line. Credo nel potere di viaggi, di internet, credo che i sogni si trasformino in progetti e che i rossi abbiano una marcia in più.
Posts published: 59

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovami sui Social
Seguici su Facebook

Tagga le foto con #noirossi
Ultime da Twitter
Copyrights © 2015-2016 noirossi.it. All Rights Reserved.