Il Portale italiano per le persone con i capelli Rossi.

L’uomo di Neanderthal aveva i capelli rossi.. lo sapevi?

L’unicità di chi nasce con i capelli rossi non è solamente un fatto estetico, o numerico. Si calcola infatti che meno del 2% della popolazione mondiale abbia capelli rossi naturali. Dal punto di vista geografico si ha una maggiore presenza di persone con i capelli rossi nel Regno Unito, Scozia, Irlanda, Australia e Stati Uniti.

La scienza ultimamente ha dimostrato che anche biologicamente chi nasce con i capelli rossi, la pelle diafana e le lentiggini presenta delle peculiarità che rendono noi teste rosse realmente differenti.

Il gene responsabile di questa mutazione (MC1R) è stato individuato solo nel 1995 e quindi non si sa con certezza quanti individui sul pianeta lo posseggano. Ci sono infatti due pigmenti e il gene MC1R li regola entrambi interagendo con una proteina. Se funziona correttamente si sintetizza il colore castano, se c’è una mutazione si sintetizza il rosso. Quello che invece è decisamente sorprendente è scoprire che questo recettore della melanocortina 1 che regola la pigmentazione negli esseri umani e negli animali era presente già nei nostri progenitori.

Secondo una tesi esposta nel 2006 e confermata nel 2007 e pubblicato sulla rivista Science [Vol 315, Issue 5816,  02 March 2007 ][(EN) Carles Lalueza-Fox et al., A Melanocortin 1 Receptor Allele Suggests Varying Pigmentation Among Neanderthals., sciencemag.org, 25 ottobre 2007 ] si scopre che dall’analisi di due resti di Neanderthal è stato individuato un frammento del gene MC1R e l’attività ridotta di questa variante suggerisce che c’è stata un’alterazione nel colore della pelle e dei capelli di questi uomini primitivi tale da produrre un colore di pelle pallida e capelli rossi come negli esseri umani moderni di origine europea.

nanderthal

La scoperta è stata possibile grazie a due resti fossili, uno di 43.000 anni recuperato nella caverna di El Sidron (nelle Asturie) e l’altro di circa 50.000 anni trovato in una caverna (Riparo Mezzena) dei Monti Lessini, Verona in Italia e conservato presso il Museo di Storia Naturale di Verona.

Secondo questo studio il Neanderthal italiano era alto un metro e 65 centimetri, i suoi occhi erano azzurri e la pelle chiara.

I neandertaliani che vissero nelle Asturie erano nella maggior parte destri, praticavano il cannibalismo e conoscevano l’arte rupestre. Inoltre alcuni di loro potevano esser rossi o  rossicci, e si ipotizza che questa mutazione dipendesse dalla scarsa irradiazione solare del territorio in cui vivevano, analogamente alla distribuzione geografica attuale della pigmentazione nei tipi umani.

Questo fenomeno è coerente con la logica evolutiva. I nostri antenati venivano dall’Africa e tutti possedevano il gene che li proteggeva dalle radiazioni solari ma giunti in Europa il controllo genetico e la selezione naturale hanno fatto prevalere questa mutazione.

I risultati hanno portato alle stesse conclusioni: i due Neanderthal, italiano e spagnolo, così distanti fra di loro, avevano entrambi i capelli rossi e la pelle chiara. Tuttavia le varianti osservate nei due Neanderthal non compaiono in nessun essere umano attuale e questo suggerisce che si sarebbero evoluti in modo indipendente dall’Homo Sapiens dal quale discendiamo direttamente.

Quindi entrambe le specie, Neanderthal e Homo Sapiens hanno sviluppato una mutazione tale da consentirgli di assorbire più luce solare (pelle chiara) e vitamina D.

Nella fotografia ricostruzione di Kennis & Kennis/Fotografia di Joe McNally©National Geographic
http://ngm.nationalgeographic.com/2008/10/neanderthals/hall-text

Portatrice sana del soprannome Peppermint Patty, sono Content Editor per @TrewSitiweb eco-founder della community StorytellingITA. Mi occupo di comunicazione narrativa e seo copywriting. Sono altresì co-autrice dell'ebook "Telling Stories. Buone prassi e interpretazioni di marketing narrativo". Il mio obiettivo? Rendere il web un posto migliore.
Posts published: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovami sui Social
Seguici su Facebook

Tagga le foto con #noirossi
Ultime da Twitter
Copyrights © 2015-2016 noirossi.it. All Rights Reserved.