Il Portale italiano per le persone con i capelli Rossi.

Quale insulto sui rossi conoscete? Tracce di un razzismo ancora presente

Pel di carota, Anna dai capelli rossi, lentigginosa, quanti sono gli appellativi più o meno sprezzanti e gli insulti che vi hanno rivolto nella vostra vita?

La rarità dei capelli rossi, così come ogni diversità, può scatenare nelle persone delle reazioni emotive inconsce che nel caso peggiore sfociano in vero e proprio odio, per quelli che non sono come noi può sembrare assurdo che il semplice colore dei capelli può diventare motivo di emarginazione, scherno e cattiveria.

Lo sa bene Paolo Guzzanti l’affermato giornalista rosso di capelli, che nel sul articolo “La piccola tribù dei Rossi” apparso sulla rivista di Alitalia Ulisse di Marzo 2016, racconta dei pregiudizi subiti da bambino, durante gli anni 40/50 e di come quegli anni siano stati difficili e allo stesso tempo abbiano dato un taglio decisivo alla sua crescita e al suo carattere. Guzzanti elenca anche una serie di insulti che fino a pochi decenni fa venivano usati per schernire le persone con i capelli rossi.

Insulti e filastrocche dialettali come «El più brav de’ ross, ha gettà su’ madre nt’el foss» [il più bravo dei rossi ha gettato sua madre nel fosso] oppure “Roscio malpelo, schizza veleno, magna pagnotte, schiatta stanotte” [rosso di capelli spruzza veleno, si abbuffa di pane e muore nella notte] dove l’appellativo “roscio” ha la stessa connotazione dispregiativa di “negro” o “muso giallo”. Una discriminazione che non conosce confini difatti un proverbio russo cita “Non c’è mai stato un santo con i capelli rossi”.

L’avversione verso chi ha i capelli rossi è vecchia come la storia dell’uomo, da sempre sono state considerate persone malvagie, un po’ come i mancini, antipatiche, portaiella e addirittura demoniache. Le donne poi venivano definite “sessualmente imbestiate e afflitte da un cattivo odore” come dice Guzzanti, difatti le prostitute erano costrette a tingersi i capelli di rosso per identificare la loro condotta impura.

E com’è la situazione al giorno d’oggi?

Sicuramente l’essere umano si è evoluto e alcuni atteggiamenti dettati dalla paura e dall’ignoranza non esistono più. Capelli rossi e lentiggini sono spesso considerati due elementi che creano fascino in una persona e le donne che si tingono con svariate sfumature di rosso sono sempre di più ma ciò nonostante esistono ancora episodi discriminatori come documenta questo screen shot di una conversazione trovata online. Lascio a voi ogni riflessione e commento in merito!

Screenshot_2016-07-28-14-49-30

Screenshot_2016-07-28-14-40-00

Life coach con il pallino del web e della grafica, rossa mancata nonostante ne abbia tutti gli altri attributi, amo i gatti e amo viaggiare, scrivere, creare in quanto tutte espressioni della grandiosità umana.
Posts published: 13

One comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovami sui Social
Seguici su Facebook

Tagga le foto con #noirossi
Ultime da Twitter
Copyrights © 2015-2016 noirossi.it. All Rights Reserved.