Il Portale italiano per le persone con i capelli Rossi.

Red Power a Rio 2016

Meno di una settimana fa è calato definitivamente il sipario sui giochi olimpici in terra carioca. Tra applausi e polemiche si è spenta la lucina rossa delle telecamere, e con lei  l’attenzione mediatica su tutti quegli sport diversi dal calcio (almeno per i prossimi quattro anni!).

Noi vogliamo dare ancora un po’ di luce a questi sport e a questi volti più o meno noti, che con le loro medaglie e le loro storie hanno regalato a noi italiani un pizzico di orgoglio in più ed un messaggio positivo: nonostante tutto, si vince. Dal sacrificio nascono le gioie più grandi.

Se è vero che il rosso è il colore simbolo dell’energia vitale sia mentale che fisica, allora tra i nostri migliori atleti olimpici e paralimpici non potevano mancare alcune teste rosse di tutto rispetto!

Gli atleti rossi a Rio:

GIADA ROSSI

GIADA ROSSI

GIADA ROSSI: giovane campionessa di volley, a 14 anni è già una promessa. Poi la svolta. Un tuffo in piscina, un forte impatto con l’acqua e l’esplosione della sesta vertebra cervicale. Cure, interventi, fisioterapia ed un’unica diagnosi: tetraplegia.

Giada non si arrende, completa gli studi, prende la patente e scopre un nuovo sport in grado di darle emozioni forti, il tennis tavolo su carrozzina. Per chi ha un’invalidità tanto importante non è facile, ma Giada riesce a superare tutti gli ostacoli, nella vita come nello sport, e contro ogni pronostico diventa in pochissimo tempo una campionessa.

A queste paralimpiadi di Rio,  Giada ha conquistato con lucidità e determinazione un bronzo straordinario.

IVAN ZAYTSEV

IVAN ZAYTSEV

IVAN ZAYTSEV: un giocatore che farebbe impallidire anche Mila Hazuki, volto noto delle “cannonate nella pallavolo”.  Figlio d’arte, Ivan è l’uomo simbolo dell’Italvolley. La sua schiacciata durante il match contro l’Iran ha fatto in pochi minuti il giro del web. Ivan ha realizzato il servizio più potente della storia delle Olimpiadi, una bomba di 127 km/h che ha letteralmente schiacciato gli avversari.

Ivan con la sua squadra ha portato la nostra nazionale sul secondo gradino del podio olimpico.

FRANCESCA PORCELLATO

FRANCESCA PORCELLATO

FRANCESCA PORCELLATO: soprannominata “la rossa volante” è una delle più note atlete paralimpiche mondiali. Ha 18 mesi quando viene investita da un camion, e fin da bambina, quando le viene data la prima carrozzina, il suo unico obiettivo è farla andare sempre più veloce.

E va veloce Francesca. I suoi numeri sono: 7 giochi olimpici estivi e 3 invernali, 3 discipline diverse, 2 ori, 3 argenti, 5 bronzi nell’atletica, 1 oro nello sci di fondo.

Unica atleta capace di conciliare a livello agonistico atletica, sci, e dal 2015 handbike, sport con cui si è presentata a queste paralimpiadi di Rio.

E così, in terra brasiliana, Francesca ha conquistato il nuovo bronzo, mettendo la ciliegina sulla torta  di una carriera mastodontica, iniziata a Seoul 28 anni fa.

ARJOLA TRIMI

ARJOLA TRIMI

ARJOLA TRIMI:Amo il senso di libertà che il nuoto regala” dice Arjola in un’intervista prima di partire per Rio. Affetta da tetraparesi spastica degenerativa, pratica da sempre vari sport, ma è il nuoto che la fa innamorare durante le sedute di idroterapia in ospedale.

Arjola arriva a Rio e si consacra immediatamente tra le nuove promesse della spedizione azzurra paralimpica.  Grazie a quei 40”51 nei 50 stile libero, la sua gara preferita, Arjola non è solo medaglia d’argento, ma è anche colei che detiene il record nazionale ed europeo.

Red Power, con i rossi non si scherza!

Grazie Campioni!

Rossa di capelli e di temperamento, sono anche nata settimina, insomma, sono piena di qualità! Nella vita sono assistente sociale e mediatrice dei conflitti in ambito familiare, penale, sportivo e turistico. Spazio con disinvoltura tra il carcere, le scuole e le performance in Lingua dei Segni Italiana (LIS). Dopo anni di sport confusi ho trovato la mia dimensione nel pugilato e nell’acrobatica aerea che mi hanno restituito energia nuova. Contraddittoria per natura, alterno questa vita gipsy/rock con la passione per fiabeschi viaggi in crociera, cullata da un mare che mi porta da un paese all’altro, tra albe e tramonti da togliere il fiato
Posts published: 5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovami sui Social
Seguici su Facebook

Tagga le foto con #noirossi
Ultime da Twitter
Copyrights © 2015-2016 noirossi.it. All Rights Reserved.