Il Portale italiano per le persone con i capelli Rossi.

Tiegan, modella rossa contro il bullismo

Questa è la storia di Tiegan, modella inglese diciassettenne, che a scuola è stata vittima del bullismo a causa del colore dei suoi capelli. Era l’unica ragazza della scuola media con i capelli rossi e anche all’interno della sua famiglia poiché ha ereditato il colore dal nonno, per questo alcuni compagni la chiamavano “adottata” facendola sentire molto emarginata e triste.

Di quel periodo Tiegan racconta “la cosa peggiore del bullismo è essere individuati, quando a scuola c’era un’attività di gruppo, venivo subito individuata per i miei capelli rossi. Ero l’unica persona in tutta la mia scuola ad avere i capelli rossi e questo è stato molto imbarazzante. 

Ricordo una volta, durante la lezione di scienze, stavamo studiando che si ereditano i geni dai genitori e di come quindi abbiamo caratteristiche simili. Alcuni ragazzi bulli dissero: “ tu non sei come i tuoi genitori perché tu sei rossa! Sei adottata!”
Mi sono sentita guardata da tutti e ho provato una forte rabbia. Come si può paragonare e giudicare le persone dal colore della loro pelle, dei propri capelli o per le loro disabilità? Le bionde non vengono additate per essere bionde!

Tiegan modella contro bullismo

Quando aveva 13 anni Tiegan ha provato a tingere i capelli castano scuro per poter sentirsi come gli altri, sicura che la gente non si sarebbe più fermata a guardarla. Ma questo cambiamento non la rese felice poiché non si sentiva più se stessa, e dopo 3 mesi decise di tornare al suo colore naturale.

Poco alla volta ha imparato ad amare i suoi capelli guadagnando fiducia in se stessa. Ha iniziato a partecipare a concorsi di bellezza e a provini di moda accorgendosi che i suoi capelli rossi in questo ambiente erano addirittura un vantaggio. Ora è una modella e il suo colore dei capelli è diventato il suo punto di forza, ciò che fa risaltare la sua bellezza. Ne è orgogliosa e sa che è un bene essere diversi e unici.

Quanto ripensa al passato, non si preoccupa più di ciò che le veniva detto. Alcuni continuano ancora a fare commenti, ma a lei non interessa più, sente di preferire il suo colore di capelli a quello degli altri.

Tiegan modella contro il bullismo

I concorsi di bellezza l’hanno aiutata ad aumentare la sua autostima e per questo motivo ritiene che anche altre persone potrebbero giovarne sentendosi meglio con se stesse.  In agosto presenterà un concorso di bellezza alternativo che si chiamerà “Everybody is Beautiful” e dove sarà celebrata l’individualità.

Ma il suo impegno contro l’emarginazione e il bullismo non si ferma qui; Tiegan è diventata, progetto che sostiene le vittime del bullisimo; gira nelle scuole parlando di bullismo, dando consigli e invitando ragazzi e ragazze a sentirsi orgogliosi per come si è e per la propria unicità. A breve terrà un concorso di bellezza per raccogliere fondi per Bullies Out.

“Non tingete i capelli e non cedete ai bulli!” Tiegan Bingham-Roberts

Life coach con il pallino del web e della grafica, rossa mancata nonostante ne abbia tutti gli altri attributi, amo i gatti e amo viaggiare, scrivere, creare in quanto tutte espressioni della grandiosità umana.
Posts published: 13

2 comments

  1. Carola ha detto:

    Bellissima storia quella di Tiegan. Quanto la capisco! Essere additati è imbarazzante. Anche io ero l’unica della scuola. Ricordo che la maestra mi aveva scelta per fare l’angelo nel presepe vivente a Natale. Servivano due angioletti e l’altra bimba aveva lunghi capelli biondi. Beh… alla fine non ho avuto le ali perché una delle mie compagne era nipote di un’altra insegnante. Questa “gentile” signora entrò in classe il giorno successivo all’assegnazione dei ruoli, parlò con la collega e dichiarò davanti a tutta la classe che Barbara avrebbe fatto l’angelo al posto mio, essendo lei bionda con gli occhi azzurri… invece io… avendo i capelli rossi… Non vi dico come ho passato le scuole elementari. Con i compagni scatenati sul fatto che io ero la più brutta della scuola. Ma non sarei stata così “brutta” se non avessi avuto questi “orrendi capelli rossi”!!! Quando cresci però impari a sorridere anche di queste cose. I ragazzini sono sciocchi e molto taglienti nel relazionarsi tra loro. È l’ignoranza degli adulti ad essere preoccupante. 🙄😊😘

    1. Francesca Pietro ha detto:

      quanto ti capisco, stesse storie anche se non dovevo fare l’angelo. Ora però tutti a tingersi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trovami sui Social
Seguici su Facebook

Tagga le foto con #noirossi
Ultime da Twitter
Copyrights © 2015-2016 noirossi.it. All Rights Reserved.